Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione utente di terze parti. Per accettare la profilazione della navigazione e migliorare la tua esperienza utente leggi l'informativa.


Cookie policy   Accetta i cookies
728 x 90

Il cadavere di Georghe è stato imbustato, trasportato su un motorino e gettato nelle campagne

Il cadavere di Georghe è stato imbustato, trasportato su un motorino e gettato nelle campagne

L'attività investigativa dei Carabinieri di San Vitaliano con i militari del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna

Ore e ore di filmati visionati per individuare quel singolo frame.

Un fermo-immagine che getta nuova luce sulla morte di Georghe PARASCHIV, 54 anni, di origini rumene, rinvenuto cadavere nella campagne di Scisciano il 4 giugno scorso, occultato all’interno di sacchi di plastica e legato.

Il Gip di Nola ha convalidato il fermo emesso dal PM del Tribunale di Nola, eseguito dai  militari del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e della Stazione di San Vitaliano, guidata dal Comandante Pesapane, nei confronti di SITARIU Florin, 48enne rumeno, gravemente indiziato dell’omicidio del connazionale Georghe PARASCHIV.

Da una ricostruzione, pare che i due connazionali , dopo aver trascorso del tempo insieme in un negozio di Nola, nella giornata del 2 giugno si siano recati presso l' abitazione di uno dei due a Scisciano alla guida di uno scooter.

Nelle prime ore del 3 giugno, pare che il Sitaru ( ed è il frame in foto) abbia trasportato in cadavere del connazionale in una busta, a bordo dello scooter, lasciandola nel luogo dove poi è stato ritrovato..

Continuano le indagini dei Carabinieri. 

Right sidebar

Ultimi articoli

I più letti per News

Categorie